Giunti nel periodo delle vacanze molti opteranno per concedersi qualche giorno di relax in località di mare.
Qualora vogliate passare una giornata alternativa potreste noleggiare un’imbarcazione ed effettuare una gita alla ricerca, magari, di qualche caletta difficilmente raggiungibile per altre vie.
Soffrite di mal di mare?
Non fatevi fermare da questo disturbo.
Il mal di mare altro non è che la reazione del corpo quando è sottoposto a particolari sollecitazioni provocate da spostamenti rapidi e repentini, obbligando il nostro sistema nervoso a elaborare continuamente dati per ristabilire il giusto grado di equilibrio .
Prima regola da seguire quando si decide di intraprendere un’uscita in mare, magari anche di una sola giornata, è quella di aver fatto una buona colazione “asciutta” e salata.
In caso di mal di mare si sconsiglia di scendere sotto coperta, dove i movimenti sono ampliati e più forte sarà il senso di soffocamento.
In caso di mal di mare occorre mantenete la calma e ricordarsi che di mal di mare non si muore e che passa nel giro di qualche ora.
Ricordarsi sempre che ingerire qualcosa solido tipo pane, meglio se con molta mollica, oppure dei crackers, meglio se salati, può alleviare il senso di nausea. I pescatori sono soliti mangiare delle alici salate.
Se le alici ed il pane non fossero di vostro gradimento potrete mangiare una banana. Anche una fetta di limone da tenersi in bocca può aiutare a far passare il disturbo.
Infine, potete provare con la Coca-cola (da anni ormai il passaparola ne ha decretato la bontà in caso di malessere dovuto al mal di mare).
Per i più scettici riguardo i rimedi naturali, in commercio ci sono tanti accessori nautici, come i braccialetti Sea-Bands, da applicare almeno mezz’ora prima di salire in barca, o i famosi cerotti, che tuttavia hanno la grossa controindicazione di creare una forte sonnolenza.
Quindi armatevi di forza e coraggio e concedetevi l’avventura di una uscita in mare, dell’esperienza di solcare i mari con una imbarcazione.

Categorie: benessere