Sempre più italiani scelgono di non acquistare, nel senso tradizionale del termine, un’automobile ma di prenderne una in leasing (ovvero in noleggio). Parlare di leasing significa fare riferimento ad una tipologia di acquisto ormai molto diffusa, che abbina ai vantaggi di un classico finanziamento i pregi normalmente riconosciuti al noleggio a lungo termine. Scegliere il leasing significa optare, infatti, per una soluzione a metà strada tra la compravendita e il noleggio.

Alcune finanziarie, a seguito dell’aumento del numero di concorrenti sul mercato, hanno iniziato a concedere auto in leasing senza anticipo. Sicuramente a livello professionale il leasing senza anticipo è molto più diffuso, per la facilità di gestione e la possibilità di avere a disposizione, ad esempio ogni tot di anni, mezzi meccanicamente nuovi su cui contare, piuttosto che incorrere in danni meccanici dovuti ad usura ed età dei mezzi stessi, con il vantaggio di inserire in bilancio i canoni di leasing.

A livello privato negli ultimi tempi, concedere l’auto leasing senza anticipo sta diventando una delle scelte possibili oltre a quella di acquistare in senso tradizionale un veicolo e le aziende stanno puntando anche a questa fetta di mercato, proponendo offerte sempre più allettanti anche per chi non è un professionista.  L’importante è che il reddito presentato sia congruo all’investimento richiesto per il noleggio. In caso di reddito non congruo all’investimento può essere richiesto un deposito cauzionale.

Tutto ciò prevede la stipula di un contratto che solitamente va da un minimo 2 anni fino a un massimo di 5, con canone che varia a seconda dei chilometri che si prevedono di effettuare, della tipologia di macchina (utilitaria, berlina, ammiraglia) e ovviamente della casa produttrice. I servizi compresi nel noleggio vengono pattuiti prima della firma: in linea generale, l’unica spesa che si dovrà sostenere fuori canone è quella del carburante. 

Categorie: automotive